Problemi Hardware e Software > W-Lan

MINI CORSO PER ELIMINARE INTERFERENZE WI-FI E cadute di connessioni

(1/1)

miki4:
Ormai oggi siamo sempre piu invasi da apparati WI-FI, vuoi Modem/router/accesspoint ecc.. che trasmettono WIRELESS aggiungi forni a microonde apparati volumetrici home teatre eccc. è diventato facile e frequente l'interferenze di segnali che come effetto producono una forte instabilita del collegamento wi-fi e spesso in alcune ore del giorno.
Allora come fare a risolvere questo problema che ci assilla e anche a coloro che per il momento non hanno alcun fenomeno di interferenza non è detto che domani l'inquilino affianco,ad esempio, non comperi uno di quelli aggeggi per trasmettere segnali TV da una stanza allatra e mandi giu il segnale wi.fi del modem .
Procuriamoci quindi un software come: NetStumbler®”, versione 0.4.0,  scaricabile gratuitamente da www.netstumbler.com/downloads (tale software è stato scelto perche semplice da usare e soprattutto gratuito)
Le prove sono state effettuate con un scheda USB D-LINK DWL-G132 perchè la più usata da TelecomItalia .
Prima di eseguire i test bisogna capire qualcosina su canali radio e cercherò di essere breve il più possibile:
Lo standard piu usato oggi nella trasmissione radio WI-FI è IEEE 802.11g con velocità max di 54 Mbit/s di cui se ne sfrutta circa metà l'altra è impiegata(diciamo cosi) da dei bit aggiuntivi (header, preambolo, controllo errori, ecc) necessari per la corretta identificazione dei pacchetti.
Nella banda a 2.4 GHz il Wi-Fi ha a disposizione 13 canali radio;  l’occupazione di banda di ogni canale radio è di circa 22 MHz. in pratica  i canali radio realmente disponibili, il cui spettro non si sovrappone, sono solamente 3 e devono essere separati tra di loro da almeno cinque canali:   come possiamo osservare dalla figura seguente    ecco  la tabella dei canali corrispondenti alle frequenze
Canale radio| Frequenza [MHz]| Canale radio| Frequenza [MHz]
    1             |     2412             |         8        |     2447
    2             |     2417             |         9        |     2452
    3             |     2422             |       10        |     2457
    4             |     2427             |       11        |     2462
    5             |     2432             |       12        |     2467
    6             |     2437             |       13        |     2472
    7             |     2442             |     
 
 La qualità di una connessione Wi-Fi dipende sia dalla copertura radioelettrica, che è funzione della distanza che separa il modem (Access Gateway)e anche dalla presenza di mura spesse, armature usate per le mura ad esempio di cartongesso, mobili ingombranti,dagli apparati ad esso connessi (telefono Aladino Wi-Fi, telefono UMA, scheda Wi-Fi di un PC utilizzato per la connessione ad Internet), sia dall’eventuale presenza di segnali interferenti generati da altre reti Wi-Fi circostanti oppure da altre sorgenti che utilizzano la stessa banda di frequenza del Wi-Fi.
I segnali che interferiscono notevolmente in ordine da quello che disturba di più a quello meno ,con una connessione Wi-Fi sono:
• reti Wi-Fi limitrofe, che utilizzano lo stesso canale radio della nostra connessione, oppure canali ad esso adiacenti; non si ha interferenza quando la separazione è pari almeno a cinque canali radio
• il forno a microonde (quando è in funzione)
• dispositivi di remotizzazione di segnali video (Video Sender)
• riproduttori di musica la cui cuffia è connessa senza fili, utilizzando la tecnologia Bluetooth
• alcuni tipi di sensori volumetrici dell’antifurto domestico, quelli senza filo , che disturbano anche quando è disattivo l'allarme
• tastiere senza fili per i videogiochi PlayStation2 o XBOX-360;

Tali interferenze provocano un innalzamento del livello del rumore di fondo su diversi canali radio; riduzione del rapporto segnale/rumore con conseguente degrado della qualità della connessione Wi-Fi anche quando il segnale utile è abbastanza elevato; La presenza di INTERFERENZE possono essere intense anche solo quando  si genera del traffico sul canale interferente quindi può capitare che il fenomeno, sia presente solo alcune ore della giornata.
Ma torniamo ora ad eseguire i test per cercare di limitare o eliminare tali interferenze:
Installiamo il software precedentemente scaricato (NetStumbler® ver.0.4.0 ) installiamo, se non è gia installato, la scheda (TA) terminal adapter WI-FI D-LINK   DWL-G132 (e se è possibile effettuiamo collegamento radio inserendo chiave WPA ecc..) se cosi abbiamo agito clicchiamo sul  tasto dx del mouse sull'icona simbolo terminalini con onde,e visualizziamo le reti disponibili.
e gia qui oltre la nostra rete, (definita dal SSID (Alice-xxxxxxx) segnata  anche nella configurazione del modem/router in esame) leggiamo ,se cisono, la presenza di altre reti ed ognuna di queste affianco ha un simbolo graduato che rivela la potenza del segnale, noi notificheremo tali rete sopratutto quella più potente e quella piu debole compreso il mac anddress  .
facciamo seguire ora il software   NetStumbler® ver.0.4.0 e configuriamo andando su opzioni generali  -->general -->flegghiamo su "auto adjiust using GPS" e poniamo al massimo (tutto a dx) fast ,la freccia "SCANN SPEED". Quindi clicchiamo su apply e ok
 L’ultima azione da compiere è la scelta del driver da utilizzare, dal menu a tendina “Device”; se si utilizza la scheda USB D-LINK DWL-G132 occorre scegliere i driver NDIS 5.1 
   clicchiamo il tasto con la freccia verde e quello a fianco, nella barra in alto. Il primo attiva/disattiva la scansione dei canali radio, mentre il secondo
riconfigura automaticamente la scheda Wi-Fi, disabilitando all’avvio del programma il servizio di
Windows denominato “Wireless Zero Configuration”. Queste impostazioni rimangono memorizzate. inizia cosi la scansione delle reti in etere.
 Nella parte destra della videata principale sono riportate le reti Wi-Fi rilevate nell’ambiente, unitamente ad una serie di informazioni; le principali sono:

• MAC : l’indirizzo MAC univoco dell’hardware
• SSID : (Service Set Identifier) il nome assegnato alla rete, inviato periodicamente in aria dall’Access Point nel segnale di Beacon
• Chan : il canale radio utilizzato
• Speed : la velocità massima supportata dall’Access Point; 11 Mbit/s corrisponde ad una rete  a standard IEEE 802.11b, mentre il 54 Mbit/s         ad  una rete a standard IEEE 802.11g.
• Encryption : il tipo di cifratura dei dati eventualmente adottata; l’indicazione WEP indica la presenza della cifratura dei dati, anche se la  chiave    utilizzata potrebbe essere diversa da quella WEP (ad esempio WPA)
• Signal+ : il valore più alto del segnale ricevuto dall’inizio della cattura
• Noise- : il valore più basso del rumore misurato sul canale radio dall’inizio della cattura
• SNR+ : il rapporto segnale/rumore migliore dall’inizio della cattura
• Signal : il valore della potenza ricevuta in quel momento
• Noise : il valore del rumore di fondo in quel momento
• SNR : il valore del rapporto segnale/rumore in quel momento

Le tre funzioni riportate nella parte sinistra della videata consentono invece di visualizzare le reti Wi-Fi in base al loro canale radio, al loro          identificativo oppure ancora, ad esempio, alla presenza o meno della cifratura dei dati. Cliccando sull’icona della singola rete, in questa parte della videata, si avvia il grafico con l’andamento temporale della potenza ricevuta e, se supportato dalla scheda Wi-Fi, del livello del rumore in banda. Per tornare alla visualizzazione iniziale è sufficiente cliccare su una delle scritte delle tre funzioni disponibili

Bene adesso bisogna  lasciare invariato il canale radio usato che se è impostata come scelta in automatico occorre dapprima rilevare quello attualmente in uso, con “NetStumbler®” e poi fissarlo sul modem, salvando la configurazione. Di seguito procedere alla identificazione dei canali radio interferiti, con “NetStumbler®”, utilizzando la verifica dell’eventuale presenza di altre reti Wi-Fi .
 -------------------------------------> Interferenza generata da una rete Wi-Fi limitrofa<------------------------------------
L’interferenza generata da una rete Wi-Fi limitrofa si manifesta solamente quando su di essa è generato del traffico, quindi, conviene testare la rete quando si manifesta l'inconveniente.
• La verifica delle reti Wi-Fi deve essere eseguita in tutti gli ambienti dell’appartamento, soffermandosi almeno per 20 o 30 secondi in ognuno di essi, per consentire al software di rilevarne la presenza. Alcune reti potrebbero essere rilevate solo in qualche stanza, mentre in
altre stanze se ne potrebbero rilevare delle altre.
• Qualora si rilevi la presenza di altre reti Wi-Fi occorre annotarne il canale radio e verificare la potenza ricevuta per ognuna di esse. Quest’ultima verifica deve essere effettuata sfruttando il grafico dell’andamento della potenza ricevuta nel tempo, in quanto è più significativa rispetto
all’osservazione del solo valore numerico riportato nella videata iniziale di “NetStumbler®”.
L’analisi grafica dovrà ovviamente essere ripetuta per ognuna delle reti Wi-Fi rilevate.
• Se nell’appartamento non sono presenti altri dispositivi fonte di interferenza (tra quelli menzionati
in precedenza) e non si lamentano malfunzionamenti della rete Wi-Fi in ambienti diversi da quelli
in cui è stata rilevata una o più reti Wi-Fi, allora si può fissare il canale radio sul modem,
utilizzandone uno che disti almeno cinque canali radio da quello/i interferente/i.
• Nel caso in cui si siano rilevate più reti Wi-Fi, su canali radio allocati su quasi tutta la banda, tali da non consentirci di sceglierne uno per il nostro modem che disti almeno cinque canali radio da essi, allora occorre assegnare al nostro modem il canale radio più distante da quelli dai quali si riceve la potenza più alta. Qualora non sia possibile scegliere diversamente, utilizzarne uno che dista anche meno di cinque canali radio però da quello dal quale si riceve la potenza più bassa e che è stato rilevato solo in una minima parte dell’ambiente. Ad esempio:
- rilevate due reti, con potenza simile tra di loro; la prima sul canale 1 e la seconda sul canale7: assegnare al modem il canale radio 12 oppure il 13
-rilevate tre reti; quelle sui canali 1 e 11 sono le più forti e sono presenti nella maggiore parte dell’ambiente, mentre quella sul canale radio 7 è la più debole e si rileva solo in una stanza: assegnare al modem il canale radio 6

• Se nell’appartamento sono invece presenti altri dispositivi fonte di interferenza (tra quelli menzionati in precedenza) oppure si lamentano malfunzionamenti in ambienti diversi da quelli in cui è stata rilevata una o più reti Wi-Fi, allora si dovrà ancora verificare quali sono i canali radio
interferiti da questi dispositivi, prima di scegliere quello da assegnare al modem. La procedura da adottare in questo caso è riportata nel seguito, per i diversi tipi di dispositivo interferente.
• Dopo il cambio di canale radio sul modem è comunque sempre opportuno verificare il corretto funzionamento della rete Wi-Fi nelle varie stanze (ad esempio con un telefono UMA o Aladino Wi-Fi, oppure connettendosi ad Internet con il PC del cliente), anche se la verifica finale della qualità
della rete Wi-Fi potrebbe essere demandata al cliente, per i motivi accennati in precedenza (ad esempio, malfunzionamento riscontrabile solo la sera).
• In ogni caso bisogna ricordarsi che il canale radio scelto, in futuro, potrebbe non più essere quello ottimale, in quanto potrebbero nascere nuove reti Wi-Fi nei pressi del cliente, oppure qualcuna di quelle rilevate potrebbe a sua volta cambiare il canale radio attualmente in uso
***Se ad interferire è una sorgente tipo sensore volumetrico la procedura da seguire è la stessa bisogna cambiare il canale dal modem (magari con cavo lan) e fissarlo sul canale 2 avvicinarsi più possibile 2 3 metri,(possiamo togliere cavo lan) dal sensore,avviare il software NetStumbler® attendere almeno 20 secondi  attivare il grafico cliccando sul nome della nostra rete dalla finestra di sinistra “SSIDs” e non da quella
relativa al canale “Channels”. In questo modo il grafico manterrà traccia della potenza ricevuta sui vari canali radio, mano a mano che questi vengono cambiati sul modem, favorendo il confronto dei dati-; ripetere queste operazioni assegnando di volta in volta al nostro modem i canali radio 4, 6, 8, 10 e 12, riposizionando sempre la scheda Wi-Fi nello stesso punto e avendo cura di non stare nelle strette vicinanze , con il proprio corpo, del modem o della scheda  TA WI.FI ---->>> si osserverà che su almeno uno di questi canali radio la potenza media ricevuta è decisamente inferiore a quella misurata sugli altri, anche se le . L’andamento della potenza ricevuta potrebbe inoltre essere costante nel tempo, a differenza di quello riscontrabile sui canali radio non interferiti, dove si può notare una certa variabilità. Il grafico, inoltre, potrebbe anche non aggiornarsi più, nel caso in cui l’interferenza sia centrata sul canale radio che si sta analizzando. In questo caso l’icona associata al SSID del nostro modem, nella colonna di sinistra della videata di “NetStumbler®”, cambierà colore, passando dal verde iniziale al giallo ed infine diventerà grigia.

       



continuo il minicorso solo se è di interesse comune QUINDI FATEMELO SAPERE VOTANDO[/size]

Flegias:
Chiarissimo!  8)
e utilissimo visto che proprio stamani è arrivato un tecnico telecom a montarmi la home tv spostandomi il router e servendosi della chiavina d-link.

In pratica sono in questa situazione:


STANZA1 (presa telefonica + router wifi + powerline + cordless) ------> STANZA2 (PC + USB D-link)
 |
 |
 V
STANZA3 (decoder home tv + powerline) che quindi nn ha alcuna interferenza!


Il problema sta nella STANZA2 visto  che il pc ha tastiera e mouse wireless.

Ho notato che la rete wireless che va dal router alla chiave USB è un pò debole sicuramente a causa del cordless e del mouse e della tastiera.
Purtroppo nn posso modificare il canale di trasmissione del router (w-gate 2 plus) a causa del fw telecom!

Quindi nn saprei come agire...  :-\

miki4:
facilissimo, devi entrare in configurazione digitando dal browser che usi (internet explorer , mozilla firefox ,eccc.)http://192.168.1.1 dopo un po si presenta la pagina del modem/router in tuo possesso, vai alla sessione collegamento WI-FI , clicca su  Configura e vedrai che il canale radio probabilmente è su Automatico, per modificare tale canale , devi  cliccare su  Modifica  vai dal menu a tendina del canale e cambia di 5 canali in giu (in automatico di solito e non sempre si fissa su 11) se vuoi sapere con precisione quale è il canale fissato devi usare la mia guida e controllare quali possono essere i canali interferenti.  Una volta modificato il canale premi su Conferma e dopo continua a seguire le indicazione a video per salvare definitivamente il canale scelto da te  ok    :D  fammi sapere
P.S. il powerline ti sta funzionando bene? il Power-Line serve per il trsporto del segnale IPTV dalla Lan del MODEM alla LAN del BOX Anfibio , attraverso onde convogliate sulla rete elettrica , senza l'uso del cavo LAN ,ma tali apparecchiature vanno bene solo se l'impianto elettrico è ad ok e se nelle prese a cui sono collegate non ci sono triple o ciabatte o carichi eccessivi se tutto è ok le immagini e il suono al TV dovrebbero essere ottiome, cioè, immagini senza squadrettature o interruzioni e l'audio senza alcun ghip (rumore tipo colpo di pistola) fammi sapere anche di questo mi sto interessando di tali apparecchi per vedere di migliorarne il funzionamento.  CIAO ;D ;D

Flegias:
Grazie! :D

Mi ero già accorto che potevo cambiare il canale del router (pensavo che il fw fosse talmente castrato da nn poterlo fare) e grazie alla tua utilissima guida ho scelto il canale privo di interferenze!

Per adesso nn ho avuto modo di verificare il funzionamento della Box e della Powerline (a proposito, grazie anche dei cosigli su questa..), ma in questi gg vedrò di fare qualcosa e ti farò sapere!
Ciao! ;)

Navigazione

[0] Indice dei post

Vai alla versione completa