La Apple fà fuori l’Iran dall’App Store!

Gli utenti di iPhone in Iran hanno scoperto oggi che non sono più in grado di accedere all’App Store, in quello che sembra essere un blocco totale del paese! Mentre Apple non vende telefoni o gestisce l’App Store in Iran, gli Iraniani potevano, ad oggi, comunque importare prodotti Apple da un altro stato e configurarli per accedere a porzioni dell’App Store destinate ad altre regioni. Sembra che ora Apple abbia chiuso questa scappatoia, bloccando qualsiasi traffico proveniente dall’interno dell’Iran dall’accesso all’App Store a qualsiasi titolo.

Non è chiaro cosa abbia spinto il cambiamento, ma presumibilmente l’azione è legata alle sanzioni statunitensi sull’Iran, che il presidente Trump ha presentato l’anno scorso. Apple non ha rilasciato una dichiarazione sulle modifiche e non ha fornito commenti in merito.

Se il divieto dovesse essere permanente, i possessori di dispositivi iOS in Iran dovranno instradare il loro traffico Internet tramite VPN, facendo apparire che si trovano in un altro paese, per poter accedere all’App Store in futuro. Ciò renderà molto più difficile l’utilizzo dei dispositivi Apple.

Gli utenti che tentano di visitare l’App Store in Iran ora ricevono un messaggio che dice “L’App Store non è disponibile nel paese o nella regione in cui ti trovi.”

Apple ha iniziato a rimuovere le app degli sviluppatori iraniani dall’App Store l’anno scorso.

In agosto, ha rimosso una serie di app di utilizzo popolare, tra cui un servizio di guida e un servizio di consegna di cibo. “In base ai regolamenti sulle sanzioni statunitensi, l’App Store non può ospitare, distribuire o fare affari con app o sviluppatori collegati a determinati Paesi con embargo negli Stati Uniti”, ha detto Apple in un messaggio agli sviluppatori al momento. Potrebbe essere che sotto il governo Trump, Apple è più preoccupata di rimanere in conformità con la legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*