L’uomo che ha disattivato l’account Twitter di Trump si è rivelato

Il 2 novembre, un dipendente di Twitter ha temporaneamente disattivato l’account appartenente al presidente Donald Trump. Dopo aver inizialmente riferito che era stato un errore, Twitter ha dichiarato che l’azione era stata presa da un consulente in appalto, nel suo ultimo giorno lavorativo . Ora, dopo una caccia all’uomo globale da parte dei giornalisti, l’ex dipendente si è rivelato.

Il suo nome è Bahtiyar Duysak, un cittadino tedesco di origine turca, e ha lavorato per Twitter come consulenza tramite un’azienda denominata Pro Unlimited.

Duysak ha detto che il suo è stato  “un errore” e ha detto che non avrebbe mai pensato che l’account sarebbe stato effettivamente disattivato. Ha attribuito la disattivazione a una serie di “coincidenze”, non specificate, che si erano verificate nel suo ultimo giorno. “Ho avuto un periodo difficile in America”, ha detto Duysak. “A volte ero stanco e, sotto stanchezza, tutti possono fare errori. Ho fatto un errore. ”

Duysak ha dichiarato che un utente di Twitter ha segnalato Trump per abuso nel suo ultimo giorno. “Come ultimo intervento lavorativo in azienda ho provveduto a disattivare l’account”, ha riferito. “Poi ho chiuso il computer e lasciato l’edificio.” Duysak non ha spiegato la sua motivazione o ha offerto altri commenti sul presidente. Ha detto che non credeva che l’account di Trump sarebbe stato effettivamente disattivato.

Duysak ha detto che non crede che sia sotto inchiesta da parte dell’FBI, anche se Twitter gli ha chiesto ulteriori informazioni. Ha detto che spera di avere una vita normale, e ha detto che non ha intenzione di lavorare di nuovo in tecnologia nel prossimo futuro. “Ma io amo Twitter”, ha detto, indossando un maglione blasonato a stelle e strisce. “E io amo l’America.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*