Microsoft sta progressivamente trasformando le applicazioni web in app Windows

Da utilizzatore Android, potresti trovarti di fronte a una Progressive Web App o due durante la navigazione su Chrome. Le app Web progressive (da non confondere con le “app istantanee” native di Android) utilizzano tecnologie web relativamente nuove per rendere i siti Web più efficaci offline o con connessioni non performanti e spesso imitano le funzionalità native come le notifiche push.

Ad esempio, Twitter e Flipboard hanno entrambi PWA che consentono di inserire nella schermata iniziale di Android e che si comportano come app leggere senza problemi di installazione.

Bene, Microsoft vuole entrare anche lei in questo contesto.

Sta portando progressive Web App (da non confondere con le app Universal Windows Platform, molte delle quali sono glorificate) in Windows 10 con una nuova versione di Edge che supporta le tecnologie web necessarie. Microsoft inizierà inoltre ad aggiungere PWA di alta qualità a Microsoft Store e gli sviluppatori potranno anche sottoporre la loro PWA ad approvazione Microsoft.

A differenza delle app Electron, come il codice Visual Studio di Microsoft, i PWA non possono includere codice dipendente da OS nativo. Sono ancora solo siti Web, solo con una migliore memorizzazione nella cache, notifiche e funzionalità in background. Tuttavia, molte app di Electron sono semplicemente un sito web avvolto in un launcher nativo di OS, ed è possibile che molti di questi possano passare a PWA in futuro.

Le applicazioni Web progressive ora funzionano su Windows Insider Program di Windows 10 e dovrebbero essere pubblicate come predefinite per tutti “entro la fine dell’anno”.

Se non si vuole utilizzare Windows Insidery, è possibile già ottenere la maggior parte di questi vantaggi da Chrome desktop e il motore WebKit di Apple che alimenta Safari sta aggiungendo la tecnologia necessaria per supportare anche i PWA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*